Twitter Facebook Youtube

Tra 24 ore è MIR 2017 taglia il nastro Anna Falchi

Rimini, 6 maggio 2017 – Si alza il sipario sulla seconda edizione di Music Inside Rimini, in programma da domani, domenica 7, a martedì 9 maggio alla fiera di Rimini organizzata da Italian Exhibition Group SpA (IEG), la società frutto dell’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza.

Il taglio del nastro – affidato alla madrina, l’attrice Anna Falchi, affiancata dall’assessore alle Attività Economiche del Comune di Rimini, Jamil Sadegholvaad e dal presidente di IEG, Lorenzo Cagnoni –  è fissato per le ore 12 al padiglione A7 (Ingresso Ovest, via San Martino in Riparotta).

L’evento punta a mantenere e consolidare un format unico nel suo genere, che ha dimostrato di coniugare al meglio le esigenze e le curiosità sia del pubblico professionale, sia di quello amatoriale con esposizione di tecnologie e live show, sperimentazioni e test di prodotto, incontri e formazione. Il tutto in una città “col ritmo”, dove intrattenimento e offerta turistica si sono sempre incrociati, così come tecnologia e business. E dove il divertimento si è fatto storia.

CONFERME E NOVITÁ

In questa nuova edizione di Music Inside Rimini 2017 si affiancano tematiche già note e grandi novità.

La tradizione è rappresentata da macro argomenti quali Technology Expo, riservata alle tecnologie professionali per lo spettacolo dei più importanti brand internazionali; LiveYouPlay, dove verranno presentate e si potranno testare dal vivo le innovazioni tecnologiche direttamente su palchi live; Innovation4Entertainment, lo spazio dedicato al mondo dell’intrattenimento e del clubbing.

E veniamo alle novità. La prima è l’area Professional Video &Broadcast che ospiterà grazie a IBTS (Italian Broadcast & Technology Show) un’ampia esposizione di attrezzature e tecnologie del mondo dell’audiovisivo.

Connessioni Magazine è promotore del secondo, nuovo progetto di questa edizione di MIR, rivolto ai professionisti e dedicato alle soluzioni per lo sviluppo di progetti audio/video ad elevate prestazioni tecnologiche nell’area “Sistemi Integrati”. I momenti di incontro riguarderanno anche l’analisi di temi legati alle tecnologie e alle più ampie opportunità di mercato.

La terza sezione si chiama “Arena Startup” e dà spazio alle fresche idee di business di giovani imprenditori del Made in Italy nel settore della musica professionale, che avranno a loro disposizione un esclusivo serbatoio di informazioni a cui attingere.


CONVEGNI E AZIENDE AL TOP

ll fil rouge che collega le 3 principali novità della manifestazione si chiama “formazione” e dà vita all’ampio progetto Music Inside Education: numerosi convegni, corsi e workshop incentrati sulla tecnologia e sulla produzione, ideati con il fondamentale contributo di società importanti come Doc Servizi.

Tra i temi trattatati, l’evoluzione dei sistemi audio, le novità in relazione al diritto d’immagine e quello d’autore nell’era del Web 2.0, lo sviluppo delle app e delle piattaforme digitali, tendenze e fenomeni attuali, con un approfondimento sul mondo dell’Hip Hop. Inoltre, a tema, lighting, audio, rigging, video, design e clubbing che vedono protagonisti, tra gli altri, marchi del calibro di Adam Hall, Bose, Audiosales, Claypaky, D.T.S. Illuminazione, Exhibo, FBT Elettronica, Laser Entertainment, Ekomusic Group, Jvckenwood, Leading Technologies, Link, Mods Art, Molpass, Monacor, Panasonic, Pioneer, Proel, RM Multimedia, Sisme, Sony, Spotlight, Texim, Tre Ti, Unitech Digital Media.


I DATI DI SETTORE

Nel 2016 le luci di produzione italiana, in generale hanno realizzato un fatturato di 2,18 miliardi di euro, con un aumento dell’1,2% rispetto al 2015. Un altro dato significativo riguarda la quota di export, che ha raggiunto il 75% del totale. I principali mercati di destinazione del prodotto italiano sono, nell’ordine,  Francia, Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti. In crescita anche i Paesi arabi, che costituiscono un nuovo promettente mercato per le nostre aziende.

Il nostro Paese è leader nel mondo della produzione di illuminotecnica, altoparlanti e sistemi audio ed è un mercato in rapida espansione, sia dal punto di vista delle tecnologie, sia per quanto riguarda le performance live.

I dati di Apias (Associazione dei Produttori  ed Importatori per lo Spettacolo) e Assoluce hanno evidenziato che nel 2016 il comparto di illuminazione e attrezzature per eventi e spettacoli ha realizzato un fatturato stimato di quasi 620 milioni, con una crescita del 2% rispetto al 2015.

Ma il mercato che dal 2014 ha registrato un notevole incremento, del 10% sia in termini di nuove aperture che di pubblico, è quello della musica dal vivo. il risultato arriva dall’indagine di settore effettuata da KeepOn, il circuito dei live club italiani, composto da 279 locali.

Il report 2016 elaborato da KeepOn conferma i dati che erano stati forniti a gennaio 2015 da Italia Creativa, lo studio sull’industria dello spettacolo italiana elaborato da Ernst &Young su commissione del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, che ha stimato l’utile prodotto dall’intero settore delle arti pari a 46,8 miliardi di euro (2,9% del PIL nazionale).

Articoli simili