Twitter Facebook Youtube

Gli Eiffel65 al DiscoRadio Party

Sabato 28 Marzo, GiroDisco in direzione Milano, al Fabrique dove vi è il DiscoRadio Party, al quale partecipano gli Eiffel65.

Un vero peccato che in questa notte, in virtù del ritorno dell’ora legale, ci sia un’ora in meno per godere di questo spettacolare evento.

La serata si apre con la musica live, in doppia chitarra, e i primi mixaggi del dj genovese Francesco Fontes, che comincia a scaldare il pubblico già presente in maniera considerevole, con i suoi 15 anni d’esperienza.

Ma eccolo arriva lui l’eclettico gallo di DiscoRadio, Il mitico Walter Pizzulli, che al mattino accompagna la sveglia dei suoi affezionati ascoltatori, interagendo attraverso i social network, dando attenzione davvero a tutti, si perché Walter è umilmente spontaneo, e vanta tanta esperienza radiofonica, con la sua voce presenta il duo Edo Munari & Matteo Epis che mixano i grandi successi dance del momento.

La Folla oceanica del Fabrique, che registra per l’occasione “il tutto esaurito” segue con attenzione il lancio di cappellini e gadget della radio da parte di Walter, che fa saltare e cantare tutti ma davvero tutti.

Il buio si abbassa sulla pista, e si accendono le luci del palco, è il momento dell’esibizione live degli Eiffel 65, noto gruppo Torinese, composto da Jeffrey Jay all’anagrafe Gianfranco Randone, Maurizio Lobina in arte Maury ed in origine anche da Gabry Ponte.

Possiamo definire gli Eiffel 65 il gruppo che più contraddistingue il passaggio nel nuovo millennio, infatti si affermano  tra la fine degl’anni ’90 e gli inizi 2000, ed il riferimento è automatico al loro grande successo “Blue-da ba dee”, che al contrario inizialmente, non viene considerato, ma che proprio tramite il passaggio radiofonico su DiscoRadio, comincia l’ascesa planetaria, ed attraverso le loro tournée in svariate località del globo.


Il primo successo suonato durante la loro esibizione live Milanese, è “Lucky-In my life” fin da subito Jeffrey incontra la sua voce con quella del pubblico cantando “Cosa Resterà”, si prosegue con la loro canzone Sanremese “Quelli che non hanno età”, è il momento di un must “Too much of heaven”, poi “Una notte e forse mai più”.

Siamo tutti un po “Figli di Pitagora” così presenta l’omonimo successo dedicato a tutti gli Italiani, Jeffrey, sentendo le voci sia maschili che femminili introduce “Viaggia insieme a me”, arrivando al centro di gravità permanente con “80’s Stars”.

Il Fabrique diventa letteralmente tutto Blu, ed è facile intuire che è il momento del loro maggior successo “Blue-da ba dee”, sia Jeffrey che Maury acclamano i fans ringraziandoli per la calorosa partecipazione, ma ancora non è il momento di lasciare il palco, infatti si dedicano ad un bis di “Una notte e forse mai più”, arriva l’incursione di Walter Pizzulli che ringrazia ancora una volta gli Eiffel 65, ed in compagnia dei robot rimasti in scenografia, continua a suon di dance, la serata che terminerà a notte fonda.

Spero di aver fatto riviere l’emozione musicale, che ho vissuto in prima persona, non nascondendo la pelle d’oca, ad ascoltare da vicino l’esibizione di uno dei gruppi che ha fatto la storia negl’ultimi anni, e seguire la professionalità e la semplicità di Walter Pizzulli, che a proposito di storia ha il suo programma con “Rythmic History”, la musica non ha età, e chi ha età ritrova la giovinezza nella musica.

Concludendo la puntata n.24 di GiroDisco, ringrazio per la collaborazione Daniele Spadaro che si è preoccupato da Miami in occasione dell’ Ultra Music Festival, degli accrediti, allo staff Unconventional Events e We Love The 90’s, ed al Fabrique.

A seguire lo spazio multimediale, con le foto di Laura Perugini, ed il video in versione live che ritrae la serata.

In giro nello spazio-tempo, al prossimo appuntamento con la disco…

Joseph Deejay

Articoli simili