Twitter Facebook Youtube

Nextech Special prenatalizio a Firenze con Adam Beyer, Enrico Sangiuliano, Wooden Crate

Torna il tradizionale appuntamento con la musica techno in Fortezza da Basso di Firenze. L’occasione è Nextech Special che venerdì 7 dicembre proporrà una line-up di livello mondiale, per un pubblico sempre più ampio ed esigente (apertura porte ore 21 – ingresso in prevendita 32/50 € + ddp – vietato ai minori di 18 anni). Tra i nomi spicca sicuramente quello del Re della techno svedese, ovvero Adam Beyer, dj producer tra i più influenti della scena elettronica.
Parte fondamentale della sua carriera è certamente il marchio che ha reso la techno un fenomeno globale, ovvero quello dell’etichetta Drumcode. Celebrato il 20esimo anniversario nel 2016, Drumcode non è soltanto una label che produce dj di successo ma anche e soprattutto un brand, un’identità musicale e un punto di riferimento nella scena elettronica. Proprio attraverso Drumcode, Beyer riesce a scovare nuovi talenti ed al tempo stesso espandersi in giro per il mondo grazie alle serate brandizzate ed all’omonimo show trasmesso in ben 53 differenti paesi. Il suo sound è stato spesso imitato, la sua resistenza più volte testata dal cambiamento del mercato musicale, ma la Drumcode ha dato prova di essere sempre più forte, un brand ai vertici divenuto fucina di idee.
Tra i vari progetti che lo vedono attivo anche il Junction 2, un festival techno con base a Londra che ogni anno ospita la “crème della crème” della techno mondiale. Nella line-up della scorsa edizione anche Carl Cox che si è esibito back to back proprio con Beyer. Quest’ultimo poco prima dell’esibizione dichiarò: “È un sogno che si avvera. Suonare back-to-back con uno dei miei eroi in assoluto costituirà uno dei momenti più importanti della mia vita, sia personale che professionale”.
Fra gli artisti più amati in Italia (e non solo) troviamo Enrico Sangiuliano, anch’esso ospite di Nextech special. Nato come ingegnere del suono, ha iniziato a produrre musica elettronica negli anni ’90. La visibilità internazionale arriva nel 2015 con il remix del DJ Boris di “Can you hear me”, diventato il brano techno più venduto su Beatport, sotto l’etichetta discografica Alleanza. A seguito dell’importante riconoscimento, Sangiuliano continua a produrre hit: “X-Pollination” prodotta dall’etichetta Unrilis, “Trrbulence” e “Start Of Madness” dall’etichetta Drumcode. Tuttavia è stato l’EP “Moon Rocks” a decretare il suo successo, facendo conquistare al dj il primo posto come “best-seller techno artist” nel 2016 su Beatport.
Il supporto dell’industria musicale da ogni angolo della terra insieme alle collaborazioni e ai progetti di remix lo portano a realizzare “Astral Projection”, a remixare il classico di Moby “Why Does My Heart Feel So Bad” e ad una collaborazione proprio con Adam Beyer nel singolo “Present Heaven” inserita nella compilation Drumcode A-Sides Vol.6.
Sonar, Awakenings e ADE sono solo alcuni dei  festival dove è possibile apprezzare la musica di Sangiuliano. I tour in Sud America, Australia, Stati Uniti e la partecipazione ad una serie eventi della Drumcode di Adam Beyer sono la conferma del suo irresistibile talento.
A fare gli onori di casa i dj resident di Nextech, ovvero i Wooden Crate. Il duo, formato da Davide Rosafio e Giuseppe Gonzalez, è nato quasi dieci anni fa nella scena musicale fiorentina. Negli ultimi anni sono entrati a far parte di una importante label, la Dirty Session Records di Luca Bear e successivamente hanno iniziato a partecipare ai prestigiosi party ufficiali Cocoon, la storica etichetta di Sven Väth.

Articoli simili